Palazzo Isimbardi frena sull’acquisto «Serve più sostegno dal governo»

Guido Podestà è molto perplesso sulla fattibilità dell’operazione Expo, sia per quanto riguarda i tempi di realizzazione del sito sia per l’acquisto delle aree. Il presidente della Provincia teme che un acquisto a un prezzo non soddisfacente per i proprietari si rilevi nei fatti un esproprio, che in quanto tale sia soggetto a un ricorso che ritardi ulteriormente i lavori. Secondo Podestà, è indispensabile una partecipazione più diretta del governo e una trasformazione della natura giuridica della società di gestione dell’Expo da società per azioni a Fondazione o Agenzia.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti