Panico a Bagdad, mille morti calpestati

Un falso allarme sulla presenza di kamikaze ha scatenato il panico a Bagdad tra la folla che cercava di allontanarsi dalla moschea sciita di Al Kadhimiya, nella capitale irachena, dove erano stati lanciati alcuni colpi di mortaio (successivamente rivendicati dal gruppo terroristico di Al Zarqawi) che avevano già provocato sette vittime. Sarebbero 965 i morti accertati nella calca, soprattutto donne e bambini. Ma fonti governative dicono che il numero potrebbe arrivare a mille. La carneficina più paurosa su un ponte sul Tigri: parte della struttura non ha retto al peso ed ha ceduto, facendo così precipitare i pellegrini nel fiume.

Commenti