Parisi corre sulla banda ultralarga

È andato a Bruxelles a presentare al commissario Neelie Kroes il piano alternativo per la rete a banda ultralarga elaborato dai concorrenti di Telecom Italia. Tra gli ad di Vodafone, Paolo Bertoluzzo e quello di Wind, Luigi Gubitosi, c’era anche lui, ossia Stefano Parisi, ex amministratore delegato di Fastweb. Parisi, infatti, si è autosospeso in attesa che si chiarisca la vicenda che ha portato in carcere per falsa fatturazione ed evasione nel pagamento dell’Iva il fondatore della società telefonica Silvio Scaglia, oggi ai domiciliari. Allora qualcuno potrebbe chiedersi perché Parisi è andato a Bruxelles. Semplicemente in quanto è rimasto consulente strategico per lo sviluppo della rete Ngn in Italia di Swisscom, ossia il principale azionista di Fastweb che è molto interessato alla vicenda.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti