«Password» Il bandito sardo Mesina intervistato da Fede

Graziano Mesina, la primula rossa del banditismo sardo, autore di un omicidio, di sequestri di persona, di almeno quindici evasioni, e mediatore nel sequestro del piccolo Farouk Kassam si toglie la maschera. «Grazianeddu» si racconta in un faccia a faccia con il direttore del Tg4. Sarà questo il fiore all'occhiello del secondo appuntamento con "Password", il settimanale di informazione e approfondimento diretto da Emilio Fede, in onda questa sera a mezzanotte e quaranta circa. «Grazianeddu» racconta a Emilio Fede il suo drammatico passato, il presente, le speranze e i progetti per il futuro. E nel corso della lunga intervista, Mesina farà anche una denuncia: la tragedia di chi, allora, condannato all'ergastolo, viveva nelle celle di isolamento in condizioni disumane: pane e acqua, senza luce, niente docce, sporcizia.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.