Manovra, fronda di Ap: "È scritta con la mano sinistra"

Quattro senatori pronti a votare contro la stabilità: "O il governo la cambia, o non avrà il nostro consenso"

Manovra, fronda di Ap: "È scritta con la mano sinistra"

Non solo le opposizioni: contro la legge di stabilità si schierano anche alcuni senatori dissidenti di Area Popolare.

"Presentiamo otto proposte di buon senso per cambiare rotta sulla spesa pubblica, ridurre il debito e combattere la corruzione: attendiamo risposte dal governo", dicono Gaetano Quagliariello, Andrea Augello, Luigi Compagna e Carlo Giovanardi, che hanno preparato sette emendamenti in dissenso con la maggioranza. "La manovra non è certo scritta con la mano destra e come tale, al di là di singole eventuali misure, non può avere il nostro consenso. È la più classica delle ricette socialdemocratiche e nulla ha a che fare con le ricette liberali", afferma Gaetano Quagliariello, "Subordineremo a questo cambio di rotta il nostro giudizio finale. La manovra è scritta con la mano sinistra". se il governo accoglierà le proposte ne prenderemo atto e il nostro voto si uniformerà. In caso contrario non avrà il nostro consenso".

Commenti