"Scuole in appartamento". E scoppia la bufera su Azzolina

Il ministro dell'Istruzione, che col suo intervento aveva scatenato le reazioni degli enti locali, ha contattato il presidente dell'ottava Municipalità di Napoli per scusarsi, ricevendo un invito per visitare di persona le realtà scolastiche del territorio

In seguito alla gaffe fatta in conferenza stampa, quando accanto al presidente Giuseppe Conte aveva parlato di una "scuola in appartamento" a Scampia (Napoli), Lucia Azzolina invia le proprie scuse e viene invitata ufficialmente a prendere visione delle realtà scolastiche del territorio da lei citato con troppa leggerezza.

"Un paese che è tanto diverso nelle sue scuole. Perchè noi abbiamo circa 40mila edifici scolastici, 8mila e più autonomie scolastiche. Io ho le scuole-appartamento, presidente, a Scampia e poi ho invece le scuole che sono mega-innovative, e poi ho le scuole nei palazzi dell'800. Quindi noi diamo una cassetta degli attrezzi per rispondere soluzione per soluzione alle singole realtà". Parole, quelle del ministro dell'Istruzione, che avevano fin da subito scatenato le reazioni da parte delle istituzioni locali.

"In merito alle polemiche suscitate da un'infelice esemplificazione del ministro", ha dichiarato l'assessore all'istruzione del comune di Napoli Annamaria Palmieri, "non si può non richiamare l'anagrafe scolastica nazionale e regionale: fonte da cui si può evincere senza timore di smentita che al di là degli stereotipi, né Scampia né numerosi altri quartieri popolosi delle periferie napoletane hanno "scuole in appartamenti". L'assessore, come riferito da Repubblica, ha quindi invitato la Azzolina ad inaugurare il nuovo anno scolastico, "così da visitare di persona le nostre belle scuole, a Scampia come in altri quartieri. Il tema che abbiamo posto come enti locali non riguarda la natura delle strutture ma le misure di adeguamento edilizio necessarie al distanziamento e alla conquista di spazi consoni all'attuazione delle misure di prevenzione sanitaria quale il distanziamento", specifica con maggior chiarezza la Palmieri. "Spiace che dopo tante interlocuzioni ancora questo non sia chiaro, ci auguriamo che lo diventi al più presto".

Sul tema è intervenuto anche il presidente dell'ottava Municipalità di Napoli Apostolos Paipais, pronto a smentire l'esistenza della "scuola in appartamento" ed a criticare l'utilizzo con accezione negativa del nome di Scampia,"come se fosse il male assoluto".

Dopo la figuraccia, Azzolina ha contattato il presidente, come da lui stesso riferito. "Mi ha detto che è dispiaciuta di quanto accaduto e si è scusata per l'errore. Io le ho spiegato che le scuse vanno rivolte a tutta la comunità educante. È uno scivolone che fa riflettere. Sono stati tantissimi i dirigenti scolastici e i docenti che mi hanno contattato, ringraziandomi per la mia presa di posizione", ha spiegato Paipais.

"Ho voluto quindi ribaltare la situazione in positivo e l'ho invitata, insieme con il sottosegretario De Cristofaro, a venire qui per incontrare le nostre eccellenze, i nostri dirigenti scolastici e vedere il processo di cambiamento che c'è a Scampia ma non solo. Il ministro ha accettato l'invito", ha anticipato il presidente, chiedendo interventi per il territorio. "Come il ministro, anche le imprese non sanno che a Scampia ci sono delle eccellenze, ho chiesto ad Azzolina di creare un polo per il riscatto di Napoli, un modello per far incontrare domanda e offerta", ha concluso.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Uncompromising

Sab, 27/06/2020 - 14:32

Quanto paghiamo questa signora, al mese? Quanto ci costa? Quali benefit le garantiamo, gratis, ogni giorno? Utilizzo il "noi" perché è un dato oggettivo che il costo della signora è un costo a carco della collettività.

Uncompromising

Sab, 27/06/2020 - 14:33

Quanto paghiamo questa signora, al mese? Quanto ci costa? Quali benefit le garantiamo, gratis, ogni giorno? Utilizzo il "noi" perché è un dato oggettivo che il costo della signora è un costo a carco della collettività.

Uncompromising

Sab, 27/06/2020 - 14:36

Altra domanda: che curriculum vitae ha? Quali esperienze lavorative ha maturato per essere in grado di ricoprire il ruolo di ministro? Quali referenze?

Ritratto di Soloistic69

Soloistic69

Sab, 27/06/2020 - 14:37

Azzolina... Chiii?..

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 27/06/2020 - 14:40

incompetente, come tutti quelli del M5S e del PD ....

Ritratto di navigatore

navigatore

Sab, 27/06/2020 - 14:44

togliere la coltura al popolo è sempre stato il chiodo fisso del potere a cominciare dai musulmani,no coltura e conoscenza = potere assoluto sulle masse, gioia del clero religioso e potere politico

moichiodi

Sab, 27/06/2020 - 14:45

Va dove ti porta il giornale. Tutte stupidate. Solo perché salvini ha detto che azzolina è inadeguata che subito si offre l’occasione. Come se qualsiasi ministro anche se con la licenza media o su di li (come salvini) è inadeguato. Sono sempre gli uffici e i dirige scolastici che danno indicazioni. Qualunque ministro decide sempre dopo aver ascoltato i suoi staff, gli uffici e gli operatori

moichiodi

Sab, 27/06/2020 - 14:47

Anche la germini disse che l’acquila era collegata col cern in Svizzera. Ma il giornale si astenne.

moichiodi

Sab, 27/06/2020 - 14:48

Bufera? Ma se c’è un bel tempo. Ora anche la merkel si prende cura dell’Italia.

maurizio-macold

Sab, 27/06/2020 - 14:53

A Scampia (e non solo a Scampia) il problema non e' la scuola visto che praticamente non viene frequentata da nessuno. E comunque trovo assurdo che sulla Azzolina vengano scaricati tutti i problemi che la nostra scuola ha accumulato negli ultimi decenni. La scuola e' di tutti, centro, dx ed sx, e tutti devono collaborare per superare le difficolta' dovute al covid-19.

Tergestinus.

Sab, 27/06/2020 - 15:37

moichiodi: ancora con la storia del tunnel? Il Giornale "si astenne" semplicemente perché la Gelmini non disse mai quella cosa. Fu tutta una montatura della sinistra. Vada a leggersi quel famoso comunicato stampa e vedrà che è così. Solo una mente pregiudizialmente ostile può interpretare la frase in senso letterale. Se io dico che un lavoro è stato fatto "tra Roma e New York" non vuol dire che è stato fatto percorrendo un'ipotetica strada che collegherebbe direttamente le due città, vuol dire che è stato fatto un lavoro di squadra, con due gruppi di lavoro, uno in una città uno nell'altra. Lo capisce anche un bimbetto. Solo la malafede tipica della sinistra può intendere altrimenti.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 27/06/2020 - 15:44

MOICHIODI quello fu un grandissimo esempio di mascalzonata per cogliere un banalissimo errore di valutazione, infatti lei non aveva competenze scientifiche cosi particolari, come può esserlo quello della fisica. certo, perchè a sinistra ci sono stati migliaia di personaggetti abietti, vigliacchi, gretti, e ignoranti, che nonostante gli errori, sono stati al loro posto, non hanno neanche subito la gogna .... :-)

maurizio-macold

Sab, 27/06/2020 - 15:47

Signor Tergestinus (15:37), negare perfino l'evidenza e' infantile ! Ci sono video e registrazioni sulle dichiarazioni della Gelmini riguardo il tunnel fra il Gran Sasso ed il Cern. Solo la malafede tipica della destra impedisce il riconoscimento dei propri errori.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 27/06/2020 - 16:22

MAURIZIO-MACOLD non è malafede negare gli errori, è proprio il classificare il tipo di errore che impedisce, ai babbei comunisti grulli, l'intenzionalità o meno dei propri errori! quello di monti per esempio, con la fornero che "piangeva"... :-) poi continuiamo, con la fedeli che "maliziosamente" si dichiarava laureata, e bellanova che si crede chissà chi e chissà che.....poi non parliamo di errori fatti dalla sinistra comunista, fin dai tempi del 1943 fino ad oggi.... :-) prima di togliere una pagliuzza nell'occhio altrui, sarebbe bene togliere la propria trave dentro il proprio occhio :-)

giangar

Sab, 27/06/2020 - 17:07

A me ha colpito come un protocollo, fino a ieri mattina definito irricevibile, deriso e sbeffeggiato, con una riunione di qualche ora é stato accettato all'unanimità e con soddisfazione da tutte le regioni (esclusa la Campania). Indubbiamente un successo politico della Ministra. Per avere una tale unanimità su altri argomenti c'erano voluti giorni e giorni di discussioni. Capisco che il ministro Bussetti avesse ben altro pedigree, ma questa almeno ha dimostrato capacità d'ascolto.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 27/06/2020 - 17:33

@maurizio-macold - va bene che non ci arrivi più d itanto, va bene che hai fatto solo le leementari, ma tu vuoi sostenere che ha fatt opiù danni un ministro che dice un'inesattezza fine a se stessa, anche se è da verificare la veridicità ed il contesto, rispetto ad un ministro totalmente incapace che brancola nel buio e crea disastri alla già dissestata istruzione? Va a ciapà di rat, va, comunista bal.ordo.

lisanna

Sab, 27/06/2020 - 17:33

azzolina ha detto che la scuola e' nei suoi sogni da sempre,magari in un sogno ha visto una scuola in un appartamento

maurizio-macold

Sab, 27/06/2020 - 17:34

Signor MORTIMERMOUSE, a mio avviso quella attuale e' la peggiore classe politica del dopoguerra e riguarda TUTTI i partiti. In parlamento abbiamo persone condannate in via definitiva per reati di vario tipo, gente senza un briciolo di cultura, opportunisti, arrivisti, corrotti, ecc. Pero' la trave nell'occhio se la dovrebbe togliere anche lei, perche' se il comunismo ha fatto errori (che comunque in Italia non ha MAI governato) di piu' ne ha fatti il fascismo che ci ha portato ad una guerra con milioni di morti e con strascichi di odio che vivono ancora dopo 75 anni. Cerchi di essere piu' obiettivo. La saluto.