Prese a sassate le foto dei caduti

«Un grave atto di vigliaccheria». Con queste parole il sindaco di Erba, provincia di Como, Marcella Tili, ha commentato quanto accaduto alla sede del Pdl erbese dove ignoti hanno mandato in frantumi a sassate il vetro della bacheca con affissi volantini senza simboli di partito ma con le foto dei sei militari italiani uccisi nell’attentato di Kabul. Nella bacheca era esposta anche la bandiera italiana, oltre ad alcuni comunicati di cordoglio per le famiglie dei sei militari. «Un comportamento spregevole verso persone che hanno immolato la loro vita per il nostro Paese» ha detto il sindaco. La sede del Pdl si trova nella stessa via dove la sera dell’11 dicembre 2006 si consumò la strage di Erba.