Il presidente iraniano «L’uranio arricchito ci serve per curare le malattie»

L’uranio arricchito negli impianti nucleari iraniani «ha fini medici». Questa la nuova rivelazione del presidente Mahmud Ahmadinejad che in un’intervista al «Washington Post» ha sottolineato come l’Iran abbia necessità di ottenere uranio arricchito al 20 per cento per creare isotopi radioattivi per la diagnosi e la cura delle malattie. «Abbiamo già creato 20 medicinali dall’attività di un reattore di Teheran, ma il materiale in nostro possesso non è sufficiente», ha affermato Ahmadinejad.
Pochi giorni fa Ali Akbar Salehi, il capo dell’Organizzazione iraniana per l’energia atomica, ha dichiarato che gli scienziati della Repubblica Islamica hanno costruito una nuova generazione di centrifughe per l’arricchimento dell’uranio.