Prezzi di nuovo sopra i 60 dollari

Il prezzo del petrolio risale sopra i 61 dollari il barile sulla piazza di New York, interrompendo il movimento verso il basso che in poco più di due settimane aveva spinto le quotazioni da oltre 70 dollari ai 59 di martedì. L’andamento positivo delle trimestrali delle aziende di Wall Street e il conseguente avanzamento dei mercati azionari, contribuiscono a rafforzare le aspettative di ripresa dell’economia americana, dissipando quindi la speculazione su una riduzione duratura e strutturale della domanda globale di risorse e prodotti energetici. A supportare la risalita del prezzo del petrolio è stato anche, nel pomeriggio di ieri, l’ultimo dato sulle scorte negli Usa, relativo alla scorsa settimana. Le riserve di oro nero sono scese a circa 344 milioni di barili, con una riduzione superiore a quella preventivata dagli esperti. Alla base del dato l’intensificazione dell’attività delle raffinerie americane che ha comportato un aumento nell’utilizzo di greggio.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti