Primari, da Bresso infornata di nomine

Un’infornata di primari. Nel 2008 nella sanità piemontese le nomine erano state 45. Nei primi nove mesi del 2009 si è già raggiunta quota 127. E nei prossimi mesi sono previsti 28 altri concorsi. Numeri che hanno spinto il consigliere regionale del Pdl, Gianluca Vignale, a denunciare quello che ha definito «un maldestro tentativo della giunta Bresso di occupare la sanità. È paradossale che la nomina a primario, che dura in carica 5 anni, venga bandita a pochi mesi dalla scadenza della legislatura in corso». Vignale ha chiesto di sospendere i concorsi previsti nei prossimi mesi. Ma l’assessore alla Sanità Eleonora Artesio ha risposto che non se ne parla.