Le prime «immagini» dedicate alla Bibbia

Le scene meno usuali della Bibbia scolpite nella pietra di frammenti e sarcofagi e datati dal II al IV secolo e rilette insieme da cattolici, protestanti e ortodossi. È il percorso proposto dalla mostra «La parola scolpita. La Bibbia alle origini dell’arte cristiana» ospitata ai Musei Vaticani fino al prossimo 7 gennaio 2006. L’esposizione, corredata da un volume interconfessionale in 6 lingue destinato ai visitatori, nasce dalla collaborazione tra il Pontificio Consiglio per la promozione dell’unità dei cristiani e l’alleanza biblica universale, che riunisce esperti ecumenici protestanti, cattolici e ortodossi allo scopo di divulgare le sacre scritture. La mostra si propone come omaggio al 40° anniversario della costituzione dogmatica Dei Verbum promulgata da Paolo VI il 18 novembre ’65 per promuovere un più facile accesso alla Bibbia.

Commenti