La proposta Salvini (Lega): «Riduciamo feste e ponti»

Partire o non partire? Chi ancora si macera nel dubbio in vista del ponte del 2 giugno, si sbrighi perché potrebbe essere l’ultima volta buona. A minacciare la festa della Repubblica è una proposta che viene dalla Lega, per bocca di Matteo Salvini. «In un’epoca di crisi economica dura e di calo della produttività non siamo contrari anche alla riduzioni dei ponti e delle feste nazionali magari rinunciando al 2 giugno - ha spiegato ieri l’europarlamentare -. Credo che in pochi si accorgeranno della festa visti i tempi, quindi su questo aspetto si potrebbe tornare all’antica. Vanno dimezzate anche le vacanze estive a scuola. Siamo il paese d’Europa che ha le vacanze estive più lunghe in assoluto. Difficili da sostenere, sia per le famiglie sia per il commercio. Distribuirei le pause in maniera diversa durante l’anno». Salvini si è poi detto favorevole «a consentire l’apertura dei negozi tutto l’anno anche alla domenica per chi vuole, tranne a Pasqua e a Natale».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti