La Provincia di Palermo fa crac con l’Ibs

La Ibs Forex, la società finanziaria di Como che si è improvvisamente volatilizzata lasciando con un palmo di naso i risparmiatori, miete anche una vittima “eccellente”. Tra gli investitori che rischiano di non vedere mai più il loro capitale c’è pure la Provincia di Palermo, che a partire dal 2006 ha investito la bellezza di 30 milioni di euro. Soldi pubblici che, con ogni probabilità, sono andati in fumo. È caduto dalle nuvole il presidente dell’Ente, Giovanni Avanti (Udc), che ha avviato un’indagine interna, allertando anche la Procura e la Corte dei Conti. I versamenti, infatti, sono iniziati prima del suo mandato, che è partito nel 2008. A occuparsi degli investimenti era il direttore generale, che ora si è dimesso, che aveva avuto ampia delega di firma dal precedente presidente della Provincia, Francesco Musotto, transitato dal Pdl al Mpa di Lombardo.