La Regione affonda il porto, poi lo vende ai cinesi

Paola Setti

Dicono che alla fine anche Claudio Burlando il presidente della Regione abbia storto il naso, su quel viaggio in Cina che imprese e istituzioni si accingono a fare, si parte il 2 si torna il 13 settembre. Non per il soggiorno in sé, ovviamente no: lui, Burlando, ci crede all’opportunità per i liguri di agguantare il mercato cinese in espansione anche se l’espansione è fin troppo spesso al contrario, di andare a presentare i porti liguri come un sistema competitivo anche se competitivo lo sarà sempre meno visto che, tanto per dire, il terzo valico è già stato affossato dal governo Prodi, e di (...)

Commenti

Grazie per il tuo commento