Ricerca Usa Il teschio di Hitler? Apparteneva a una giovane donna

Un ricercatore americano ha annunciato una scoperta che potrebbe sconvolgere tutte le certezze sulla fine del dittatore tedesco Adolf Hitler. Dopo l’analisi dei resti del cranio, conservati a Mosca, questi risulterebbero appartenere a una donna di età inferiore a 40 anni. E non è detto che si tratti di ciò che rimane di Eva Braun, la moglie del Führer che si sarebbe suicidata con lui nel bunker della cancelleria di Berlino il 30 aprile 1945 secondo concordanti testimonianze: prove certe del suicidio della donna, che aveva allora 33 anni, non esisterebbero. I resti di Hitler e della Braun furono recuperati da militari russi e inviati a Mosca su richiesta di Stalin, che voleva essere certo della morte del Führer. Nel 1970 furono cremati in segreto tranne pochi frammenti.

Commenti

Grazie per il tuo commento