Ricostruzione record tra gli applausi dei Grandi

È uno dei fiori all’occhiello del governo. La gestione dell’emergenza terremoto in Abruzzo ha strappato applausi planetari e il lavoro va a gonfie vele. Di più: si è in anticipo sui tempi di consegna delle nuove case agli sfollati, previsto entro fine novembre. I primi terremotati ai quali saranno assegnate le nuove abitazioni costruite con criteri antisismici troveranno nel frigorifero pure una torta e una bottiglia di spumante. Qualcuno avrà anche le lenzuola con le cifre ricamate sopra. Una chicca, questa, che ha colpito anche i grandi della terra, ospiti del G8. La tempestività dell’intervento post sisma è vanto di Berlusconi: «Andate a vedere cosa succede negli Stati Uniti e in Cina dopo gli uragani: hanno ancora le baraccopoli...».

Commenti