«Riformista», ultimo giorno in edicola

Chiusura. «Sentenza» senza appello per il Riformista che stamani andrà in edicola per l’ultima volta. L’assemblea dei soci della cooperativa che edita il quotidiano ha approvato ieri, a maggioranza, lo stato di liquidazione della società e della testata, con il voto favorevole di Gianni Cervetti e del direttore Emanuele Macaluso. Contro hanno votato i giornalisti presenti nella cooperativa. Il voto di ieri, di fatto, sancisce la chiusura del quotidiano arancione fondato dieci anni fa da Antonio Polito e Claudio Velardi. L’assemblea dei soci, quindi, ha deciso di affidare a un liquidatore l’amministrazione della cooperativa e di sospendere la pubblicazione del giornale. Messaggi di solidarietà sono arrivati da tutto il mondo politico.

Autore

Commenti

Caricamento...
Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento