La risposta-sberleffo alle pattuglie padane è il «Tango della ronda»

C’è anche chi la butta in burla. Da qualche giorno uno dei video più visti su YouTube è «Il tango della ronda», parodia sferzante delle ronde leghiste. Il testo è tutto ironico ed è cantato sulla musica del più famoso «Tango delle Capinere».
Il dibattito sulla sicurezza e sui volontari che dovrebbero pattugliare le strade contro la criminalità è caldissimo e lo sberleffo non poteva mancare. «A mezzanotte va la ronda della Lega», recita il tormentone internettiano scritto dal cantautore genovese Carlo Besana. Il video è girato nei carrugi di notte e i protagonisti sono tre giovani in bermuda, sandali e pettorina, presi in giro da persone di colore. «Il rondarolo fiero scende tra i vicoli la sera, lo sguardo nobile e altero, vorrebbe una camicia nera», continua il tango. Il filmato ha fatto il giro della Rete ed è stato ripreso da decine di blog. La sfida è lanciata, quanto si farà attendere la risposta leghista?

Commenti