Roma Fracci-Alemanno dopo la lite, ecco la pace

Scuse reciproche, e pace fatta. Dopo il litigio in pubblico, fra Gianni Alemanno e Carla Fracci sono sorrisi e strette di mano. Si è concluso così l’incontro privato in Campidoglio di ieri tra il sindaco della capitale e l’ex direttrice del corpo di ballo dell’Opera di Roma. «Ci siamo reciprocamente scusati - ha raccontato il sindaco - io di non averla ricevuta per due anni, lei per l’intemperanza al Teatro dell’Opera».
Sui due anni Alemanno ha spiegato: «È dipeso dall’attesa del maestro Muti, che ha generato questi rinvii. Abbiamo parlato del futuro del Corpo di ballo e io ho garantito a Carla Fracci che non c’è nessuna volontà di smantellarlo. Siamo in attesa di firmare con il maestro Muti». Poi ha aggiunto: «Ho promesso alla signora Fracci di andare alla prima di Romeo e Giulietta».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti