Roma Muri verniciati con scritte antisemite

«Olocausto propaganda sionista» e
«27/01: ho perso la memoria». Accanto una croce celtica. Queste le scritte lunghe quasi due metri tracciate con una bomboletta di vernice spray sul muro accanto all’ingresso del Museo della Liberazione di via Tasso a Roma. Imbrattata anche la targa di marmo posta all’ingresso del Museo. Tappezzata di scritte antisemite anche la romana via Cavour. Frasi contro il presidente della Comunità ebraica, Riccardo Pacifici, ma anche dirette al sindaco Alemanno, definito «verme sionista». Tra le scritte anche «Hamas vincerà» e «Usa, Israele boia». Il tutto a firma «Militia», accanto la scritta «Il Talmud è razzismo» con il simbolo fascista e la firma del movimento. Non è chiaro se la mano delle scritte di via Cavour e via Tasso sia la stessa.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.