Roma, fermato da polizia dà testate al muro per evitare arresto

Dopo essere stato condotto negli uffici del Commissariato di Torpignattara a Roma, un 33enne ha iniziato a dare testate al muro accusando i poliziotti di averlo sequestro

Fermato e portato al Commissariato di Torpignattara di Roma, un presunto pusher per sfuggire all’arresto ha iniziato a sbattere con estrema violenza la testa contro il muro incolpando gli agenti di sequestro di persona.

Secondo la Questura, la sconcertante vicenda ha avuto inizio intorno alle 17 dello scorso martedì quando l’uomo di 33 anni è stato condotto negli uffici di polizia perché sospettato di vendere droga.

Nonostante l'esito negativo della perquisizione, il soggetto si è innervosito ed è andato in escandescenza tanto che gli agenti lo hanno trattenuto per resistenza a Pubblico ufficiale.

Intorno alle 4:30 di mercoledì, la situazione è degenerata. Mentre veniva piantonato, il 33enne ha iniziato a dare testate al muro inveendo, contemporaneamente, contro i poliziotti."Aiuto, me stanno a menà. Mi hanno sequestrato. Chiamate l'ambulanza" le parole pronunciate dall’esagitato.

Per bloccarlo ed evitare ulteriori problemi, gli uomini delle forze dell’ordine sono state costrette a ricorrere all’utilizzo dello spray urticante. Riportata una relativa calma, il 33enne è stato arrestato per resistenza e lesioni a Pubblico ufficiale e danneggiamento ai beni dello Stato. Successivamente, è stato portato all'ospedale San Giovanni di Roma anche per controllare possibili danni fisici prodotti dagli atti di autolesionismo.

Anche tre agenti dei commissariati di Torpignattara e San Basilio hanno dovuto ricorrere alle cure mediche per lesioni riportate nella colluttazione. I poliziotti sono stati dimessi con 3, 4 e 5 giorni prognosi.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

MarcoTor

Gio, 21/03/2019 - 14:22

La prossima volta prendi la rincorsa!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 21/03/2019 - 14:26

Filmare tutto e lasciarlo fare?

Ritratto di navigatore

navigatore

Gio, 21/03/2019 - 14:28

seguono le direttive boldriniane ,per incastrare innocenti agenti e farsi pagare i danni morali e fisici

Tip74Tap

Gio, 21/03/2019 - 14:42

MarcoTor ... si, verso la finestra

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 21/03/2019 - 14:46

denunciate chi ha costruito la parete..in CEMENTO ARMATO DEVONO ESSERE E NON IN CARTONGESSO!acchhh soooo!!1

zingozongo

Gio, 21/03/2019 - 15:47

bene oltre allo spaccio denuncia per danneggiamenti, riparazioni a sue spese..heheh

Marzio00

Gio, 21/03/2019 - 16:17

Ma le stanze con le parenti in cartongesso......che sfortuna!

Libertà75

Gio, 21/03/2019 - 16:25

@zagovian, infatti le forze dell'ordine chiedono un opportuno protocollo, altrimenti tenti di fermare il soggetto, il quale si divincola e si lancia ulteriormente sul muro facendo sembrare di essere stato lanciato dall'addetto di turno.

il nazionalista

Gio, 21/03/2019 - 16:51

Tanto a farsi male può essere solo il MURO!!

gio777

Gio, 21/03/2019 - 17:04

La fattura per il ripsristino dei muri dovrebbe essere addebitata al soggetto. Chi rompe paga ed i cocci sono suoi. A costo anche di pignorargli la bicicletta di cui si serve per spacciare. INVECE I DANNI LI PAGHIAMO SEMPRE NOI!!!!

Mac-Aroni

Gio, 21/03/2019 - 17:19

Non c'è piu selezione naturale, c'è solo un stato di diritti ma senza dovere.

Ritratto di paràpadano

paràpadano

Gio, 21/03/2019 - 17:59

Tip74Tap si, la finestra del decimo piano però.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 21/03/2019 - 18:27

Raddoppiate la pena, ci sono molti reati in queste sceneggiate.

giovaneitalia

Gio, 21/03/2019 - 18:36

La fortuna dei poliziotti questa volta sará il video, ma vedrete che, se il tossico riuscire a trovare lo scervellato giudice sinistrorso allora condannerà comunque i poliziotti per ipotetica e fantomatica istigazione a sbattere la testa contro il muro e libererà la risorsa italiana.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 21/03/2019 - 18:40

Il pusher ITALIANO dà le testate al muro: così voleva incastrare gli agenti

frapito

Gio, 21/03/2019 - 19:26

Lo dicevo già in un'altro commento, il "sequestro di persona" va di moda. Certi "magistrati" insegnano, anche se ancora stanno studiando.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 21/03/2019 - 20:25

Ma questa gente non ha mai dei genitori che pagano i danni per loro?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 21/03/2019 - 20:28

Chissà se Cucchi abbia fatto medesimo. Se tanto mi da tanto...

Una-mattina-mi-...

Gio, 21/03/2019 - 21:11

PIU' FORTE DEVE DARLE, MA MOLTO DI PIU', ALTRIMENTI NON E' CREDIBILE

vince50

Gio, 21/03/2019 - 21:23

Mi tocca insistere e ripetermi,gli interrogatori vanno fatti ai piani alti e con le finestre aperte per il caldo.