Sacconi «Il welfare ha salvato 800mila posti»

RomaGli ammortizzatori sociali hanno funzionato e l’Italia è riuscita a contenere gli effetti della crisi. Gli otto miliardi in due anni messi in campo dal governo e dalle regioni hanno salvato 800mila posti di lavoro. A fare la stima è stato il ministro del Lavoro Maurizio Sacconi, commentando i dati sull’occupazione europea e italiana. «Nonostante la grande base occupazionale manifatturiera, l’Italia ha contenuto gli effetti della crisi sull’occupazione al punto che il Cnel stima che 800mila posti di lavoro siano stati salvati grazie agli ammortizzatori sociali con i quali il lavoratore conserva il rapporto di lavoro anche quando è costretto all’inattività», ha spiegato. La sfida ora è quella di mettere aziende e dipendenti in condizione di ripartire. E per Sacconi questo è possibile solo «collegando maggiormente i sussidi a forme di apprendimento e di esperienze lavorative che garantiscono il mantenimento delle competenze e con esse dell’occupabilità del lavoratore».

Commenti