Salvatori: «Ora ci vorrà più efficienza»

«Sono soddisfatto, molto soddisfatto per il lavoro svolto». È quanto ha dichiarato ieri Carlo Salvatori, presidente di Unicredit, a margine di una riunione del Club Ambrosetti all’hotel Principe di Savoia di Milano, circa l’avvenuta fusione tra la banca di piazza Cordusio e la tedesca Hvb (Hypovereinsbank). «Ora bisogna lavorare - ha continuato Salvatori - per far sì che il gruppo acquisisca più efficienza. La squadra è fortissima e i risultati saranno quelli che ci aspettiamo». Oggi si chiude l’Opa lanciata da Unicredito sul gruppo tedesco, ma già sabato la soglia minima del 65% di adesioni prevista dall’offerta era stata superata, con la banca italiana arrivata al 75 per cento del capitale.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.