Salvini: scuole per stranieri e fondi per convertire gli islamici

Mentre l’assessore alle Politiche sociali del comune, Mariolina Moioli cerca una nova sede per la scuola araba di via Ventura, sfrattata dall’Enaip, ente di formazione vicino alle Acli, l’eurodeputato e capogruppo della Lega in consiglio comunale, Matteo Salvini, dopo la sua recente uscita «Cercano una sede? Si rivolgano a Tecnocasa», apre uno spiraglio alle scuole private per extracomunitari. Intervistato da Klaus Davi durante il suo programma su You Tube Klauscondicio, Salvini si è dichiarato «favorevole a scuole private per gli extracomunitari e finanziate dagli stessi che aiutino l’integrazione. A patto che non diventino ghetti o scuole islamiche riservate agli islamici come è accaduto a Milano» ovvero in via Ventura. La differenza? Il modello per l’eurodeputato sono le scuole private inglese o francese, attive a Milano da decenni, che «non hanno mai creato problemi». Se si parla della scuola di via Ventura, ex via Quaranta, allora la questione è diversa: «Quella scuola è nata abusivamente». Nata abusiva sì, poi regolarizzata, tanto che il Comune stesso si è impegnato a trovarle un’altra sede. Ma (...)

Commenti