Sanità, le regioni in rosso aumenteranno le tasse

Nessuno sconto e nessuna deroga per le Regioni con i conti della sanità in rosso. Quattro di queste dovranno abbattere il debito e per farlo, non potranno che aumentare le imposte. A pagare la cattiva gestione delle giunte saranno cittadini e imprese con aumenti che vanno dai 30 euro in media di Irpef ai 95-300 euro di Irap. Il compito ingrato di attuare la stretta fiscale, tocca ai governatori di Lazio, Campania, Calabria e Molise. I governatori sono stati convocati a Palazzo Chigi, dove gli è stato comunicato ufficialmente che il governo attuerà nel modo più rigoroso il «Patto per la salute» previsto dalla Finanziaria.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti