Scala, guerra ai bagarini del web

Ticket nominali e carte di identità contro le truffe

L'effetto Coldplay colpisce anche la Scala. Non c'è concerto, non c'è spettacolo di una certa risonanza che non finisca nella rete del bagarinaggio o, come viene chiamato ora, del secondary ticketing. Una morsa, quella dei bagarini, contro cui teatri e star combattono da sempre a suon di azioni legali e contenziosi che, il più delle volte, finiscono in nulla. Stavolta però la Scala gioca d'anticipo. I biglietti per i due concerti straordinari della Chicago Symphony Orchestra diretta da Riccardo Muti saranno nominali. Ingressi blindati e una bella porta in faccia a chi lucra sui biglietti di seconda mano. Un'azione che è possibile in un teatro delle dimensioni e del livello del Piermarini, ma che non sarebbe altrettanto realizzabile sui grandi numeri dei concertoni di San Siro. «Il Teatro - si legge in una nota - rinnova gli sforzi per contrastare la rivendita di biglietti a prezzi maggiorati».

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento