Dopo la scazzottata finisce in ospedale con la frattura del cranio

Una lite tra adolescenti per poco non finiva molto male: uno dei due contendenti cadeva a terra, batteva il capo e finiva al Fatebenefratelli. I medici riscontravano una frattura del cranio e si riservavano la prognosi. Nel corso del pomeriggio le sue condizioni miglioravano e in tarda serata la prognosi veniva sciolta: guarirà in un mese. Lo scontro ieri alle 13.30 in via Lattanzio davanti all’Itis Verri, dove un ragazzino di 16 anni, ex studente che quest’anno ha poi cambiato istituto, va a prendere un’amichetta. Qui però trova anche un ex compagno, suo coetaneo, nato in Italia da genitori marocchini. Ne nasce un battibecco, i due vengono alle mani. Nella foga però il ragazzo cade e batte la testa e il marocchino, che le stava prendendo, ne approfitta per scappare. Il giovane viene portato in ospedale, sembra molto grave poi le sue condizioni migliorano e a sera i medici lo dichiarano fuori pericolo.

Commenti