Lo sciopero dei penalisti ignorato dall’opinione pubblica

Gli avvocati penalisti sciopereranno per otto giorni per protestare contro la sospensione della riforma dell’ordinamento giudiziario e contro il totale appiattimento sui desiderata della magistratura associata (vale a dire il sindacato delle toghe), emerso dalla relazione del neoministro della Giustizia.
Una protesta che dovrebbe accendere dibattiti sui mass media, far riflettere l’opinione pubblica e magari richiamare in servizio i girotondisti che si mobilitavano ad ogni piè sospinto quando governava il centrodestra.
Invece, nessuno ascolta e fa eco alle proteste degli avvocati - una delle due parti coinvolte nel processo penale - mentre i magistrati pretendono e ottengono di esprimere un parere vincolante sulle leggi che li riguardano.

Commenti