Scritte firmate Br contro Alemanno

Scritte ingiuriose e intimidatorie contro il sindaco Gianni Alemanno sono comparse nella notte tra lunedì e ieri a Roma. I graffiti sui muri e gli striscioni sono stati fatti, in concomitanza con le celebrazioni per l’8 settembre e dell’inaugurazione del parco dei Martiri, sul muro di cinta di Forte Bravetta e vicino a Porta Maggiore. Mentre nei pressi di via Cavour è comparsa una frase contro i gay firmata «Comunità militante tiburtina». Le scritte contro Alemanno sono firmate con stelle a cinque punte e falce e martello e recitano: «Viva i partigiani, Alemanno pezzo di m...», «La Roma di Alemanno si tinge di nero: razzismo, omofobia, precarietà sono il pericolo vero!», «Alemanno sporco fascista, viva l’antifascismo militante». Il sindaco di Roma ha commentato dicendo di non essere «mai stato fascista, ma missino». A lui la solidarietà di molti esponenti del Pdl e da Vladimir Luxuria.

Commenti

Grazie per il tuo commento