Se il thriller è un vero enigma e Tom Cruise ci fa perdere il filo

Ci sono thriller incomprensibili. Iniziate a vederli e vi rifilano tante di quelle sorprese da perdere, dopo poco, il filo della storia. Non capiscono, certi sceneggiatori, che la gente desideri sì qualche colpo di scena (possibilmente non telefonato) ma senza esagerare. Giusto per dare tempo a chi è seduto sul divano di metabolizzare la svolta senza dover poi trascorrere il resto del film a farsi eccessive domande. Jack Reacher-la prova decisiva (Universal), da questo punto di vista, ha tutte le caratteristiche per offrire un buon titolo action a misura di sabato sera. Protagonista è un convincente Tom Cruise che dà volto e muscoli al personaggio creato da Lee Child, divenuto, in America, un vero caso letterario. Jack è un ex investigatore militare a cui chiede aiuto un cecchino accusato di aver ucciso cinque persone. Riuscirà il buon Tom a trovare il vero colpevole? La risposta già la sapete ma il bello è come arriverà a scoprirlo.

Commenti