«Segretario regionale? Ho deciso, corro anch’io»

Complice la bufera giudiziaria che sta spazzando i vertici del partito, il neorieletto sindaco Pd di Bari, Michele Emiliano, ha deciso di rompere gli indugi: «Ho deciso di candidarmi da solo, senza alcun apparentamento con le correnti o le mozioni nazionali nella speranza che il mio invito all’unità del partito possa essere accolto». Lo ha detto il sindaco di Bari Michele Emiliano confermando la sua candidatura alla segreteria regionale pugliese del Pd. Emiliano è arrivato ieri all’Hotel Sheraton di Bari per partecipare all’assemblea regionale della mozione Bersani e ha ammesso che è possibile che ci saranno ben cinque candidati a segretario pugliese, criticando questa ipotesi: «Nessuna persona saggia avrebbe fatto un congresso ora, si sono scagliati come due treni - ha detto il sindaco riferendosi alle due principali mozioni congressuali - uno scontro violento che non avevo mai visto pur avendo fatto il magistrato antimafia. Mi pare una cosa impresentabile».

Commenti