Sentenza anti-fatwa «Dare della cristiana a un’islamica è una minaccia»

Dare della cristiana a una musulmana sapendo che l’Islam «riprova fortemente la conversione in fede cristiana», equivale a una «minaccia di morte», e quindi a una situazione di pericolo. È la conclusione del giudice di Bologna Alessandro Gnani, che il 18 giugno ha condannato Hassan Akrane, operaio marocchino di Imola a pagare una sanzione di 40 euro per aver minacciato, via mail, la connazionale Souad Sbai, parlamentare del Pdl e presidente dell’associazione delle donne marocchine in Italia (Acmid). Ora è stata depositata la motivazione della sentenza, la prima a condannare una «fatwa» in Italia.