Sepolcri e gioielli: il nuovo tesoro di Olbia

Olbia non smette di stupire gli archeologi. In questi giorni, durante i lavori per la rete del gas, sono venute alla luce cinque tombe di età romano-imperiale, risalenti al II secolo a.C. Sono stati rinvenuti scheletri completi, compreso quello di un bimbo, e gioielli, fra cui degli orecchini d'oro. Secondo gli esperti della Sovrintendenza il sito è collegato all'area di San Simplicio dove, nel 2011, è stato scoperto un vero tesoro comprendente anfore greche, arredi funerari, e tracce del tempio dedicato alla dea Cerere. È l'ennesima prova della stratificazione storico-archeologica che caratterizza la cittadina sarda. Sono, infatti, state evidenziate nel tempo molte altre tracce del passato, che rimandano ai romani, ma anche ai fenici e ai cartaginesi.

GGr

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento