Sfida Lady Mastella si candida in Campania: «Costretta all’esilio, farò valere i miei diritti»

Sandra Lonardo Mastella ufficializza la sua candidatura al Consiglio regionale della Campania con l’Udeur e, in un’intervista all’Ansa nella casa romana in cui soggiorna dallo scorso 21 ottobre, spiega i motivi che l’hanno spinta a scendere in campo nonostante - osserva - «mi trovi a scontare una pena preventiva al confino politico, in esilio, lontano dalla mia terra». Il presidente del Consiglio regionale campano, infatti, da oltre tre mesi è sottoposto alla misura del divieto di dimora in Campania in seguito all’ultima bufera giudiziaria che ha travolto l’Udeur, l’inchiesta su appalti e assunzioni legate all’Arpac. Da allora la Lonardo abita a Roma e, oltre a non poter risiedere in Campania, è sottoposta al divieto di dimora anche nelle province confinanti. «Chiederò la sospensione del provvedimento a mio carico per godere della par condicio nel fare campagna elettorale e perché mi sia garantito il diritto di voto».
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.