«Sinagoga aperta» un invito per tutti

«Sinagoga aperta». Sarà questa l’iniziativa organizzata dalla Comunità ebraica di Milano il prossimo 2 maggio. Dopo le polemiche legate alla manifestazione del 25 aprile dove sono state bruciate alcune bandiere israeliane, il portavoce Yasha Reibman annuncia per martedì prossimo alle ore 20 la possibilità per chiunque, credente o meno, di visitare la sinagoga di via della Guastalla ed esprimere solidarietà ad una minoranza oggetto di insulti e volgarità. In un’intervista al Tg5 di ieri sera Reibman ha dichiarato che «per chi vuole rispondere alla profanazione del 25 aprile con i roghi delle bandiere israeliane, e per chi desidera esprimere solidarietà alla democrazia israeliana minacciata dalle bombe nucleari di Teheran, noi invitiamo tutti qui alla sinagoga di Milano il 2 maggio, giorno dell’indipendenza delle Stato di Israele, per passare assieme un momento di speranza e di pace».
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.