Il sindaco della City: via dall’Irak per proteggerci dal terrorismo

Londra. Sostenere la polizia, rispettare le comunità musulmane e ritirarsi dall’Irak. Ecco, in sintesi, il piano di Ken Livingstone, sindaco di Londra, per proteggere la City da nuovi attentati. A quattro settimane dalle bombe del 7 luglio, «Ken il rosso» (così chiamato per le sue posizioni di sinistra) ha esposto il proprio progetto antiterrorismo in un articolo pubblicato ieri dal Guardian. Dopo aver detto che la guerra è un male e che la Gran Bretagna deve procedere quanto prima al ritiro delle truppe, Livingstone ha aggiunto che «non è giusto spiegare alle persone che i 56 morti del 7 luglio sono vittime della presenza delle truppe britanniche in Irak» poiché «gli attentatori uccidono indiscriminatamente». Ciononostante, spiega Livingstone, se oggi Al Qaida possiede in Irak una solida base per le proprie operazioni questo dipende della guerra.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.