Soddisfatto Pezzotta ride sotto i baffi: «Sono regole»

Non esulta Savino Pezzotta, candidato dell’Udc, ma neanche si dispera per la provvisoria esclusione del candidato favorito, Roberto Formigoni: «Io auspico di poter fare una battaglia voto per voto - dice l’ex sindacalista - non è che mi rallegri se qualche competitore scompare per un fatto burocratico. Ma noi diciamo anche che la legge va rispettata. Se il Pdl vuol fare ricorso, lo faccia, ma il rispetto delle regole vale per tutti. È valso per noi, perché non dovrebbe valere per Formigoni?». «Noi - ha aggiunto - le firme le abbiamo presentate in modo corretto venerdì mattina, siamo stati tra i primi». «Troppo comodo chiedere interventi per sanare dopo la situazione». «Il ministro Brunetta - ha aggiunto Pezzotta - dovrebbe riflettere su quanto è successo in Lombardia e nel Lazio. La semplificazione bisognava farla prima, adesso però la legge va rispettata».