La spacciatrice Coca e eroina nascoste nel reggiseno

GATTARA La sua sola passione erano i gatti randagi a cui non faceva mai mancare il cibo

Tette da sballo. Letterale: cocaina a sinistra, eroina a destra. Solo che i carabinieri, per quanto li prendano in giro, non sono poi così fessi. E hanno capito come la signorina che si faceva sbaciucchiare contro un muro, con annesse mani nel reggiseno, non era drogata d’amore, ma passava droga ai clienti. L’equipaggio della compagnia Magenta, diretta dal capitano Vittorio Stingo, l’altro giorno verso le 12 è passata in porta Genova, notando una coppia avvinghiata. Va be’, è la passione. Un quarto d’ora dopo, altro passaggio, altro avvinghiamento, ma con cambio di partner. Un po’ leggera la ragazza! Ma al terzo passaggio, e al terzo uomo, il dubbio è diventato certezza. Lei, romena di 31 anni faceva le consegne per conto del fidanzato di 27, che incassava i soldi dai clienti, usando come «imbosco» il reggiseno: cocaina coppa sinistra, eroina coppa destra.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti