«Gli errori si compensano? Una stupidata»

«Non credo alla malafede degli arbitri, quelli italiani sono ancora tra i migliori in assoluto, però la sudditanza psicologica esiste e toccherà a Nicchi e a Braschi intervenire». Ad Andrea Della Valle, ieri a Firenze per salutare la squadra, la delusione di domenica non è passata. «Non ho visto subito le immagini del rigore assegnato a Balotelli, ma certo che se uno si tuffa al minimo contatto come fosse Cagnotto, viene da pensare. Capisco che per il Milan andare in Europa League sarebbe stato come finire in B. Noi non avremo decine di milioni di tifosi, ma neppure centomila. E anche loro meritano rispetto». Quindi, ha replicato al presidente della Federcalcio Giancarlo Abete. «Dire che alla fine gli errori si compensano è una stupidata. Quel che è certo - ha concluso Della Valle - è che questo calcio va riformato, all'estero non credono che la Lega Calcio non rappresenti club come la Juve, l'Inter, la Roma e la Fiorentina, ovvero l'80% dei tifosi».

Autore

Commenti

Caricamento...