«L'aiuto di Pantani per sconfiggere le mie paure»

Col du Galibier Da paura. Giovanni Visconti vince una tappa da paura, dopo aver sconfitto le crisi di panico. Un anno fa, esattamente alla 15ª tappa (Pian dei Resinelli), faceva i bagagli e se ne tornava a casa, con il respiro rotto dalla paura. Con quelle sensazioni alle quali non sapeva dare un nome. Un anno dopo, vince sotto la tormenta di neve, su una delle montagne più leggendarie del ciclismo.
«Io sono questo, non quello che ho fatto vedere nell'ultimo anno - dice tra le lacrime di liberazione, per una vittoria che inseguiva da inizio Giro -. Non ci sono parole per descrivere quello che provo, vengo da un anno e mezzo molto difficile. Sono semplicemente felice».
Vince sulle strade di Pantani, lui che è nato lo stesso giorno del Pirata (il 13 gennaio). «Forse Marco oggi mi ha dato una mano», dice con la voce rotta dal pianto.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento