LA TAPPAIl trio colombiano è il solo a reggere il ritmo del leader

Il primo attacco nasce dopo una trentina di chilometri, con Yaroslaw Popovych, Giairo Ermeti e Adam Hansen, vincitore della tappa di Pescara, e Pavel Brutt. Proprio il russo resta solo sulle Tre Cime, raggiunto ai piedi dell'ultima salita da Eros Capecchi, Peter Weening e Gianluca Brambilla. Proprio Capecchi è stato l'ultimo ad essere ripreso, prima dello show finale di Vincenzo Nibali, che dopo aver sfruttato il lavoro di Kangert e Aru, parte con due o tre progressioni, mettendo fine alle velleità di tutti gli altri. Alle sue spalle, alla spicciolata arrivano tre colombiani: Duarte, Uran e Betancur, quinto il giovanissimo Fabio Aru, compagno di Nibali.

Commenti