Spot ingannevoli: multe da 35 milioni

Creme antirughe, yogurt anti-infarto ma, soprattutto, tariffe telefoniche, servizi bancari e assicurativi: la pubblicità ingannevole dilaga e l’Antitrust, nel 2009 ha rilevato 239 violazioni, infliggendo sanzioni per 35 milioni di euro. In testa, nella classifica per violazioni accertate dal Garante, c’è il settore delle comunicazioni: nel 2009 è infatti stato quello più multato con 60 casi e sanzioni per circa 13,7 milioni, seguito dal comparto credito e assicurazioni con 53 casi per oltre 8 milioni di euro. Terzi in classifica, sono i settori alimentare, farmaceutico e trasporti: nel 2009 sono stati accertati 40 casi e inflitti oltre 5,4 milioni di euro di sanzioni. Seguono energia e industria, con 41 casi e multe per 4,8 milioni e infine i servizi, con 45 casi e multe per 3,5 milioni.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti