Stati Uniti Picchiato su un bus da due giovani neri perché bianco

Un atto di razzismo che questa volta ha come vittima un bianco. Così in Illisnois l’aggressione nei confronti di un ragazzo bianco di 17 anni - picchiato da due compagni neri che non volevano si sedesse accanto a loro sullo scuolabus - diventa un caso. La scena è stata ripresa dalle telecamere di sicurezza e gli aggressori, di 14 e 15 anni, sono stati sospesi da scuola e saranno processati. Sull’autobus, come mostrato dal filmato, viaggiavano in gran parte ragazzi neri che hanno assistito al pestaggio senza fare nulla o addirittura incitando gli aggressori. A confermare l’episodio di razzismo è stato il capo della polizia di Belleville: «Non c’era altro motivo per giustificare quell’esplosione di violenza». L’episodio riporta alla mente la storia di Rosa Parks, l’attivista statunitense afroamericana celebre per aver rifiutato nel 1955 di cedere il posto su un autobus a un bianco, come previsto dalla legge.