Stati Uniti Suora autorizzò aborto terapeutico: scomunicata

Il caso di una suora cattolica scomunicata per aver autorizzato un aborto terapeutico scatena polemiche nel mondo cattolico. È successo a Phoenix in Arizona. Suor Margaret McBride, membro della commissione etica del St. Joseph Hospital, è stata estromessa dalla Chiesa per un atto che il suo vescovo ha giudicato «inammissibile». L’aborto risale all’anno scorso ma solo in questi giorni il caso è emerso sui media americani. La paziente del St. Joseph soffriva di ipertensione polmonare, una rara malattia potenzialmente letale e che spesso viene aggravata dalla gravidanza. Sono stati scomunicati anche i medici dell’ospedale coinvolti nell’aborto.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti