Su «Panorama» Tesoro Agnelli Ecco le carte in mano ai pm

La Procura di Milano sarebbe entrata in possesso degli statuti di due società di diritto lussemburghese utilizzate per ospitare, in tutto o in parte, il «tesoro» personale di Gianni Agnelli. Lo sostiene il numero in edicola di «Panorama». I documenti sarebbero stati acquisiti dal pm Eugenio Fusco, titolare del filone milanese dell’inchiesta scaturita dallo scontro tra Margherita Agnelli de Pahlen e il resto della famiglia. Ognuna delle due società lussemburghesi avrebbe una dotazione di 200 milioni di franchi svizzeri, pari a circa 142 milioni di euro.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti