Sugli scaffali dei supermarket la nuova bottiglia dell’olio Dante

Il profilo del Sommo Poeta sull’etichetta, proprio come in origine, e il marchio, resi inconfondibili da Carosello negli anni ’60 grazie agli sketch di Peppino De Filippo, Bice Valori e Paolo Panelli: l’olio d’oliva Dante è approdato sugli scaffali della grande distribuzione in versione rinnovata, non solo nel packaging con una bottiglia ideata dal designer Piero Farè e denominata «la Chianti», ma anche nel contenuto, ora frutto dichiarato di sole olive nostrane.
All’extravergine di oliva Dante, che vanta una quota mercato del 3,5% e che la nuova campagna presenta come «l’extravergine che parla italiano», si affianca l’omonimo olio di oliva, prodotto con una miscela di oli raffinati a cui viene poi aggiunto lo stesso extravergine. La gamma Dante si completa oggi con un quintetto di oli vitaminizzati confezionati con semi di arachide, girasole, mais, soia e semi vari.

Commenti

Grazie per il tuo commento