Sui matrimoni gay i giudici di Trento chiamano la Consulta

Una coppia gay ha diritto al matrimonio civile? Dopo il Tribunale di Venezia, anche la Corte d’Appello di Trento rivolge ora il quesito alla Corte Costituzionale. La vicenda: due coppie gay di Trento si erano viste negare, dal Comune, le pubblicazioni matrimoniali e per questo avevano fatto ricorso al Tribunale. Dopo un «no» in primo grado, la Corte d’Appello ha ritenuto fondate le richieste: «Si tratta di questione rilevante e non manifestamente infondata. Non vi è dubbio infatti che rispetto all’epoca in cui sono state incardinate le norme disciplinanti il matrimonio si è verificata un’inarrestabile trasformazione della società e dei costumi che ha portato al superamento del monopolio del modello di famiglia tradizionale e al contestuale sorgere di forme diverse di convivenza che chiedono di essere tutelate e disciplinate». Di qui il ricorso alla Consulta. La via giudiziaria alle rivendicazioni gay continua.

Commenti