Tagli, il premier (e Bossi) placano Formigoni

Formigoni incontra il premier e incassa precise garanzie sulla manovra finanziaria. «Berlusconi mi ha promesso che la manovra sarà rivista e che il federalismo fiscale non sarà toccato». Durante l’incontro infatti il premier ha ammesso che alle regioni è stato chiesto «un sacrificio esorbitante».
A Umberto Bossi, che lo esorta a darsi una calmata e non esagerare, Formigoni risponde: «Caro Umberto, non esagererò a una condizione: che il governo riconosca la giustezza della nostra impostazione e spalmi i sacrifici in maniera proporzionale a tutti i comparti della Repubblica: Regioni, Province, Comuni e ministeri». L’ira di Formigoni non si placa invece verso Tremonti, che nei giorni scorsi ha criticato le spese della Lombardia per il nuovo Pirellone.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti