La tappa Arroyo resta in maglia rosa

Da Mestre prendono il via 162 corridori (non partono Farrar e McEwen). Scatti e controscatti, ma solo dopo 18 km prende il largo la fuga. Evadono dal gruppo Turpin, Rodriguez, Le Floch, Sijmens, Pineau e Reda. A 150 chilometri dal traguardo (tappa di 222), i sei hanno toccato un vantaggio di 14’13’’.
A Ovaro, a piedi dello Zoncolan, il vantaggio dei fuggitivi è di 2’45’’. Dopo Reda, si staccano Le Floch, poi Pineau, Tourpin e Rodriguez. Solo al comando resta Sijmens. Forcing di Scarponi che si porta dietro Basso ed Evans. È il varesino ad imporre il ritmo e Scarponi non riesce a mantenere il passo. Basso ed Evans al comando della corsa. A 3 km e 700 metri Basso stacca anche il campione del mondo e vola verso il traguardo. Arroyo arriva con 3’50’’ di ritardo e mantiene la maglia rosa per 2’35’’ su Porte e 3’33’’ su Basso.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti