La tendenza «Swap boutique»: il vestito non si compra ma si baratta

Un ritorno al passato, precisamente al Medioevo. Nella «Swap boutique» di Milano si torna al baratto. Un negozio alla moda dove non si compra, né si spendono cifre folli, ma dove i vestiti, così come altri accessori di moda, semplicemente si scambiano. La boutique aprirà i battenti venerdì 25 settembre alle 18 in via Asti 17. L’idea è firmata dall’associazione «Atelier del riciclo» e, in tempi di crisi, propone uno stile di vita eco-sostenibile, ma senza cadere nel trash. Lo staff della boutique valuterà i capi consegnati da scambiare con altri abiti di pari valore. E così, con pochi spiccioli, si potrà cambiare il look.